Fase stragiudiziale

Procedura di recupero crediti : fase stragiudiziale

Come agire per recuperare un credito?
Come operano le Società di recupero crediti?

Il primo sollecito del creditore è epistolare : si intima al debitore il pagamento della somma dovuta indicando il capitale gli interessi e i maggiori oneri e si comunica che la pratica verrà affidata ad un ufficio preposto al recupero crediti.

Segue il sollecito telefonico in cui l’operatore incaricato della pratica tenta di risolvere eventuali contestazioni.

Se non ci sono esiti positivi si procede con l’esazione diretta: gli agenti di recupero crediti prendono visione della reale situazione, ad esempio, se si tratta di un rifiuto deliberato ad onorare gli impegni o se, pur essendo nell’impossibilità di adempiere, il debitore è disposto a collaborare, verificano la fattibilità del recupero e cercano di concordare un piano di rientro, anche parziale o in forma rateale.

Il primo passo “formale” per arrivare al recupero del credito avviene tramite un’ultima lettera raccomandata A/R. Si intima al debitore di pagare la somma dovuta entro un termine determinato, trascorso il quale è possibile avviare l’azione giudiziaria con l’addebito di tutti i maggiori oneri sostenuti.

Gli elementi indispensabili di questa lettera sono :

data della lettera, causa del credito, data in cui è nato il credito, ammontare complessivo del credito, termine congruo per adempiere, ad esempio15 giorni.