Garanzie richieste

In generale, un prestito personale non prevede la prestazione di garanzie reali, quali pegno o ipoteca per cui, il finananziatore potrebbe richiedere garanzie personali: firma di un coobbligato o di un terzo fideiussore che si obbligano direttamente verso il creditore in caso di insolvenza del debitore principale.

Assicurazioni
A volte la finanziaria può richiedere, la stipula di polizze assicurative: si tratta di polizze vita, con cui il creditore si assicura il rimborso del capitale in caso insolvenza dovuta a morte, invalidità temporanea o permanente, perdita del posto di lavoro.

L’ente finanziatore potrebbe includere nel contratto anche la stipula di polizze di assicurazione facoltative che andrebbero ad incrementare la spesa.

Aspetti legali

Nel diritto civile la garanzia é un’espressione con cui si indica che un soggetto ha l’obbligo di intervenire in caso di inadempimento di terzi. In sostanza la garanzia potrebbe essere attivata attraverso la formula di un contratto accessorio : la fideiussione.

In ogni caso per il creditore é di maggiore importanza la garanzia con costituzione di diritto reale.Tale garanzia si realizza con la trascrizione formale in appositi registri pubblici e con la apposizione di sigillo notarile su di un bene o proprietà del soggetto garante il quale pone in pegno o in ipoteca un proprio valore economico a garanzia del buon esito del contratto a monte.

Sul bene così limitato non potranno effettuarsi traslazioni di proprietà senza che il creditore principale non ne venga a conoscenza e non accetti tale passaggio a terzi i quali potrebbero accollarsi il debito residuo o richiedere piuttosto in unica soluzione la estinzione del debito principale.